Archivi tag: XX/XY

Questioni di genere: differenze tra uomo e donna dal punto di vista biologico, psicologico, comportamentale…

Come farsi carico del carico mentale

Carico mentale? Chi era costui? Lungi da me voler banalizzare e ridurre tutto a una questione di ruoli connotati dal genere, ma… 99 volte su 100, chi è donna cos’è il carico mentale lo sa. Anche se, magari, non l’ha mai sentito chiamare in questo modo, perché (come la sottoscritta) nel 2017 si è persa “la” creazione sul tema dell’illustratrice francese Emma, che è riuscita a riassumere la questione nelle due parole del titolo: Bastava chiedere (in originale, Fallait demander).

Continua a leggere Come farsi carico del carico mentale

Non essere egoista, condividi!
Share on Facebook
Facebook
Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest

Rosa o azzurro? Gli stereotipi del colore

Il progetto Pink and Blue dell’artista coreana Jeong Mee Yoon, iniziato nel 2005 e proseguito per diversi anni, esplora il rapporto tra i colori degli oggetti che i bambini possiedono e i loro gusti. Il tutto combinato all’influenza di un fattore aggiuntivo, ossia le inclinazioni e la capacità critica dei loro genitori.

L’artista non aveva potuto fare a meno di notare che la sua figlia minore, che all’epoca aveva cinque anni, nutriva per il rosa una tale predilezione da voler indossare soltanto abiti di quel colore; la medesima monocromaticità era riservata anche ai giocattoli e a tutti gli altri oggetti che facevano parte della sua vita, dallo spazzolino da denti al guinzaglio del cane. E una volta postasi il problema, dovette prendere atto che il figlio maggiore, di undici anni, pur non avendo una propensione particolare per l’azzurro, possedeva quasi soltanto vestiti e accessori di varie sfumature di blu.

Questione di gusti o, piuttosto, questione di consumismo, di leggi del mercato e di capitalismo globalizzato?

Continua a leggere Rosa o azzurro? Gli stereotipi del colore

Non essere egoista, condividi!
Share on Facebook
Facebook
Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest

Il cervello non ha pregiudizi

Il primo passo verso una buona diffusione della cultura scientifica consiste nello sfatare alcuni stereotipi e pregiudizi presenti non soltanto in Italia ma che nel nostro Paese, come è noto, si accompagnano a una storica preferenza verso le materie umanistiche. Il nucleo di idee preconcette che ha maggior peso e influenza nelle scelte dei giovani, sicuramente, è quello collegato ad alcune – presunte, come vedremo – differenze tra maschi e femmine.cervello maschile femminile

Senza volersi assolutamente addentrare in quelli che gli americani definiscono “studi di genere”, è tuttavia importante ricordare che alcune idee che dovrebbero ormai essere entrate a far parte del senso comune sono ancora frutto di fraintendimenti e interpretazioni scorrette – talvolta anche da parte della stessa, disattenta, comunità scientifica.

Continua a leggere Il cervello non ha pregiudizi

Non essere egoista, condividi!
Share on Facebook
Facebook
Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest